Tutto quello che devi sapere sul Parmigiano Reggiano

 

 

Le Pillole del casaro: 10 domande, 10 risposte

Chi meglio del Casaro può raccontarci il “Re dei Formaggi”?
Con le “Pillole del Casaro” avrai a disposizione brevi video in cui Cristian Pederzoli, casaro da 25 anni, risponde per noi a 10 domande sul Parmigiano Reggiano.
Ogni mercoledì li trovi publicati sulla nostra pagina Facebook.
Nel caso ti perdessi qualche uscita, nessun problema in questa pagina li metteremo tutti.

Buona visione

Pillola n° 1

Il Parmigiano reggiano è davvero 100% naturale?

Si lo è, perché prodotto solo con materie prime 100% naturali!
E queste sono: il latte, il caglio e il sale, senza che vengano aggiunti additivi o conservanti.

In più Fienilnuovo 1644 è un’azienda a ciclo chiuso e questo ci permette di tracciare ogni fase di produzione.

_________________________________________________________________

Pillola n° 2

Il Parmigiano Reggiano è un alimento adatto a chi è intollerante al lattosio?

Se nella maggior parte dei formaggi troviamo alte percentuali di lattosio, essendo derivati del latte, il Parmigiano Reggiano rappresenta un’eccezione: ne è naturalmente privo.

_________________________________________________________________ 

Perché sono importanti l’alimentazione e il benessere animale per la produzione del Parmigiano Reggiano?

L’alimentazione dell’animale è uno dei fattori centrali per un prodotto di qualità come il Parmigiano Reggiano, per questo il benessere animale è uno dei pilastri su cui si fonda Fienilnuovo 1644.

Se l’animale gode di buona salute ed è alimentato con ottimi foraggi e cereali il latte sarà di qualità superiore e il formaggio prodotto avrà un gusto deciso e autentico.

_________________________________________________________________ 

Pillola n° 4

Sai come si riconosce la qualità del Parmigiano Reggiano?

In questo video Cristian ci svela che ci possono essere altri esami per sapere se la nostra forma di formaggio potrà essere una forma di qualità.
Anche se è con la “battitura”, l’esame più temuto, che si decide se la forma potrà ricevere l’ambito marchio del Consorzio diventando a tutti gli effetti Parmigiano Reggiano.

_________________________________________________________________ 

Pillola n° 5

Che fine fa il formaggio che non può essere marchiato Parmigiano Reggiano?

Il formaggio che non presenta tutte le caratteristiche per essere marchiato Parmigiano Reggiano DOP viene dequalificato eliminando i marchi d’origine tramite fresatura della crosta (rimozione di alcuni millimetri della crosta) e viene messo comunque in commercio e venduto come formaggio duro italiano.